Incentivi Agricoltura
Beni strumentali e Tecnologia 4.0

M.A.I.E.R. Srl

Con la Legge di Bilancio 2022 il Governo ha prorogato la misura del credito d’imposta per i beni strumentali nuovi ordinari e in tecnologia 4.0 rimodulandolo però rispetto allo scorso anno.

Vediamo insieme cosa è cambiato e quali saranno i possibili contributi per l’anno in corso.

Il nuovo credito d’imposta per il 2022 prevede un contributo del 40% dell’investimento e fino a 2,5 milioni di euro per macchine agricole con tecnologia 4.0 e un contributo pari al 6% dell’investimento e fino a un massimo di 2 milioni di euro per tutte le altre macchine agricole.

Può essere utilizzato come credito per la compensazione delle spese tributarie sostenute tramite F24 (IVA, contributi previdenziali, IMU, Irpef, Ires, Irap…)

Chi può accedere al credito


Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese agricole residenti nel territorio nazionale. Non ci sono vincoli rispetto alla forma giuridica, al settore economico di appartenenza, al regime fiscale o alle dimensioni dell’azienda.

Sono invece esclusi i contoterzisti e le imprese agricole (anche individuali) che si avvalgono del regime forfettario.

Quali macchine agricole acquistare per beneficiare del contributo


Rientrano nel contributo del 6% tutte le macchine agricole nuove. Quindi è possibile acquistare una macchina agricola e avere un contributo pari al 6% della spesa effettuata fino a un massimo di 2 milioni di euro.

Per beneficiare del contributo al 40% è invece necessario acquistare macchine agricole dotate di tecnologia 4.0. Vincolo fondamentale per rientrare in questa categoria che la macchina sia dotata di automazione e interconnessione. Ad esempio, se si acquista un trattore dotato di telematica con funzione di trasferimento dati o di un sistema di guida automatica è possibile beneficiare del contributo pari al 40% fino a 2,5 milioni di euro.

Come beneficiare del credito d’imposta


Qui dobbiamo fare necessariamente un distinguo in base all’importo speso.

In caso di investimento inferiore ai 300.000 euro infatti, è richiesta una semplice autocertificazione mentre, per investimenti che superano questa cifra sarà necessaria una perizia tecnica giurata che attesti che il macchinario acquistato abbia tutte le caratteristiche per essere incluso nella categoria 4.0.

Il credito d’imposta viene erogato in 3 anni a partire dall’anno successivo all’entrata in funzione della macchina. Per i soggetti con ricavi inferiori ai 5 milioni di euro l’utilizzo del credito d’imposta per investimenti ordinari può avvenire in una unica quota annuale.

Cosa succede se vendo il macchinario acquistato


In caso l’azienda venda il bene acquistato entro il 31 dicembre dell’anno successivo all’investimento, il credito d’imposta viene ridotto escludendo dall’originaria base di calcolo il relativo costo.

Scadenze


È possibile usufruire del credito d’imposta per gli investimenti effettuati dal 1 gennaio al 31 Dicembre 2022.

In caso in questo periodo sia stato versato un anticipo del 20% il bene potrà essere acquistato fino al 30 Giugno 2023.













Richiesta informazioni
Vuoi informazioni per l'acquisto, clicca per chiamare
+390578294200 WhatsApp
oppure inviaci la tua richiesta compilando il modulo.
comunicazioni@maiergroup.it